Dicono di me

F. B. durante un combattimento di Kickboxing

F. B. 

Classe: 2001
Disciplina: Kickboxing
Specialità: Light Contact

Risultati:
Membro della Nazionale Junior di Kickboxing sia nel 2018 che nel 2019
Campione Italiano 2018 (Gara ufficiale)
Vice Campione Italiano 2019 (Gara ufficiale)
Terzo classificato ai Campionati del Mondo 2018 (Gara ufficiale)

Trofei:
Primo classificato a una Coppa del Mondo 2018 –> Best Fighter World Cup
Primo classificato a una Coppa del Mondo 2019 –> Best Fighter World Cup
Primo classificato a una Coppa Europea 2020 –> Golden Glove Cup
Primo classificato a una Coppa del Mondo 2020 –> Golden Glove Cup

“Dopo l’ennesima sconfitta, che ancora ritengo fosse dovuta alla tensione e alla scarsa fiducia in me stesso, che in quel caso mi fece perdere alle pool dei Campionati Europei del 2019, ritenni che fosse, per la mia carriera da sportivo, ma soprattutto per me stesso e per la mia integrità interiore, di grande ausilio un aiuto esterno che si occupasse di me e degli aspetti di allenamento mentale interamente e professionalmente. Pur non avendo mai chiesto aiuti ad alcun “medico della mente”, decisi che finalmente fosse il caso di provare: mi misi a cercare qualche esperto su internet.

Riuscii a trovare la dottoressa Rizzi che, sin da subito, analizzò me e i miei aspetti mentali di approccio alla gara da migliorare. Grazie alla pazienza, alla voglia di “vincere” e di superare gli ostacoli della vita, ma soprattutto grazie alla resilienza, ho avuto la possibilità di cambiare il mio atteggiamento, sia nella singola gara che nella vita di tutti i giorni.

Posso ritenermi fortunato perché conoscere Silvia è stato motivo di arricchimento. Mi ha permesso  di rafforzarmi e di crescere, non solo come atleta, ma anche come persona.

Condivido con chi mi sta leggendo una frase di grande saggezza che credo debba essere insita in ogni stile di vita di uno sportivo: “Gutta cavat lapidem non vi, sed saepe cadendo”. Letteralmente significa: l’acqua non scava nella roccia con la forza, bensì con il perdurare della sua azione”.

Marzo 2020

Laura Dalla Montà in pista di atletica

Laura Dalla Montà

Disciplina: Atletica Leggera
Specialità: 3000 siepi e 1500m
Società: Assindustria Sport Padova
Classe: 1993

Risultati:
Campionessa italiana u23 nei 3000 siepi
2x vice campionessa italiana assoluta nei 3000 siepi
Primatista regionale nei 3000 siepi con 9’53″02

“La prima volta che ho pensato di andare da Silvia è stato nel 2016 dopo che le aspettative molto alte che mi ero creata mi stavano schiacciando, opprimendo e di conseguenza non mi permettevano di raggiungere gli obbiettivi che mi ero prefissata.
L’inizio non è stato semplice visto che avevo difficoltà a fidarmi ed ero scettica all’idea di aver bisogno di un aiuto, men che meno da uno Psicologo dello sport. 
Con Silvia, tuttavia, siamo riuscite a iniziare un percorso con il Training Autogeno.
Ho imparato ad accettare le mie debolezze e a trovare sempre un momento di pace nelle mie giornate frenetiche.
Ho imparato anche che Silvia era un aiuto concreto e assolutamente non ero strana, come il pregiudizio me lo faceva pensare. Il nostro percorso insieme si è interrotto per quasi due anni (un po’ per il fatto che avevo concluso una parte del percorso e un po’ per altre esigenze).
In questi due anni sono riuscita a reagire bene a qualunque cosa mi si presentasse davanti. Tuttavia, in me avevo sempre la spinta di provare a continuare questo percorso perché sono convinta che un atleta professionista debba avere questo tipo di aiuto. E poi si dice che si vuol tornare sempre nel posto in cui si è stati bene.
Ed ecco che finalmente c’è stata una nuova occasione. Abbiamo ripreso da dove eravamo rimaste e stavolta l’inizio è stato molto più facile. Stiamo esplorando nuove tecniche di P.N.L. e Mindfulness e stiamo riprendendo quelle vecchie. Una cosa che mi sento di dire è che questa volta sono molto più consapevole di quello che voglio migliorare e soprattutto che a parte l’allenatore e il fisioterapista, una figura importante per un atleta è proprio un mental coach”.

Marzo 2020

 

Antonio Oblach

Antonio Oblach

Allenatore di Atletica Leggera
Società: Libertas Friul Palmanova e Jalmicco Corse
Coach di corsa del Gruppo Marciatori Palmanova e del Corso di Corsa #Corriapalmanova

Conoscere prima ed imparare poi ad allenare la propria mente è risultato fondamentale per me che sono abituato ad allenare le gambe.
Con la dott.ssa Rizzi si è instaurato un rapporto/collaborazione fantastico perché è una professionista preparata e generosa.

Marzo 2020

M.C.
Disciplina: arrampicata, scialpinismo
Classe: 1981

“Uscita di scialpinismo.
Dalla forcella raggiunta, mi ritrovo a valutare se scendere coi ramponi o con gli sci.
Il vento dà fastidio. Qui il sole non è ancora arrivato e non ha ammorbidito la neve.
Il pendio sotto di me è circa 40 gradi ma è una lastra di ghiaccio e termina sopra un salto di rocce.
Non me la sento di scendere con gli sci.
Metto i ramponi e mi calo pian piano. Non ho la picca, mi aiuto coi bastoncini.
Forse era più facile con gli sci.
Scantono il burrone: fine della “parantesi delicata”.
La neve qui è perfetta, il sole l’ha scaldata. Aggancio gli sci e filo dritto fino al rifugio dove mi bevo una Weizen gigante.
Sono contento della giornata, della sciata e delle mie scelte.
Fino a un anno prima scegliere per me significava solo una frase: “che scusa trovo per non provare a fare questa sciata? O questa scalata?”, dopo una notte in preda all’ansia.
E non provare mi metteva in uno stato di tristezza che durava giorni.
Prendere decisioni, qualsiasi esse siano, è importante. Le scelte fanno la differenza, sempre. Nelle piccole e nelle grandi situazioni.
Prendere decisioni è la conclusione di un processo mentale che mastica continuamente informazioni.
Se i nostri pensieri sono confusi, le nostre scelte lo saranno altrettanto. Saremo preda del caso o, peggio, dell’ansia e dello stress.
Gli strumenti insegnati da Silvia Rizzi mettono in ordine la mente.
L’effetto del suo training autogeno è di riporre i pensieri al posto giusto, suddividendoli per importanza, utilità, razionalità. La nube di riflessioni caotiche che prima era fonte di ansia e stress diventa una cartucciera strutturata di processi mentali utili o non utili.
L’ansia, la paura sono manifestazioni vitali per sopravvivere. Tuttavia quando esse travolgono senza motivo il quotidiano la loro utilità viene meno. Passare al pettine quel gomitolo spettinato di timori assurdi e ansie prive di ragione attraverso il training autogeno è una terapia di grande efficacia.
L’obiettivo non è trasformare le persone in super uomini: non lo sono diventato e mai lo sarò. Ma adesso mi concedo l’opportunità di provare, di sbagliare e di rinunciare senza ansia ne stress”.

Marzo 2020

 

Guendalina Sartori

Classe: 1988
Disciplina: Tiro con l’arco
Società: Centro Sportivo Aeronautica Militare
Atleta professionista della Nazionale Italiana dal 2009 al 2019

Risultati:
2011 oro mondiale outdoor a squadre
2012 bronzo mondiale indoor a squadre
2013 oro ind e squadre giochi del mediterraneo
2015 oro a squadre giochi europei
2016 4º posto Olimpiadi Rio de Janeiro

“Ho conosciuto Silvia dopo le Olimpiadi di Rio 2016.

I mesi successivi all’Olimpiade sono stati un susseguirsi di emozioni, dettate dalla voglia di tornare ad esprimere il meglio di me, ma purtroppo non avendo a disposizione tutti gli strumenti mentali necessari per affrontare il post-Olimpiade con il metodo giusto.

Con Silvia ho intrapreso un percorso che mi ha aiutata a mettere dei paletti ben definiti, cosa che davo per scontato nella mia metodologia di allenamento, ma che in realtà mancavano all’appello.

Il Training Autogeno mi ha aiutata a ritrovare la tranquillità e la calma che nei momenti focus non riuscivo più a raggiungere, permettendomi di avere l’approccio giusto alla competizione e mantenere la concentrazione.

Le Tecniche di Respirazione mi hanno permesso di applicare un metodo alla respirazione, in modo da ritrovare il controllo del corpo e delle emozioni nei momenti di maggiore stress agonistico.

Con le tecniche di Visualizzazione ho avuto modo di pre-analizzare la sequenza del mio gesto atletico e delle emozioni collegate, sia positive sia negative, per prendere coscienza del “Qui ed Ora”.

Per ultimo, ma in realtà è in cima a tutto, Silvia mi ha ascoltata nei momenti più bui e mi ha guidata nei ragionamenti, nelle emozioni, cercando di ritrovare l’appiglio giusto a quei paletti che mi mantenevano nella “carreggiata agonistica”. Si è creato un vero e duraturo rapporto di fiducia che va oltre al “dialogo tra professionisti”, cosa per nulla scontata nel rapporto Mental coach – Atleta”.

Marzo 2020

Federico Spinazzè
Disciplina: Triathlon
Categoria: U23

Risultati:
5° posto Campionati Europei triathlon youth a squadre_Banyoles (SPA) 2015
11° posto Campionati Europei duathlon junior_Alcobendas (SPA) 2015
11° posto Campionati Mondiali duathlon junior_Aviles (SPA) 2016
Campione del mondo duathlon junior a squadre_Aviles (SPA) 2016
7° posto Campionati Europei duathlon junior_Kalkar (GER) 2016
2° posto Campionato Italiano assoluto triathlon olimpico cross 2017
3° posto coppa Europa junior_Tabor (CZE) 2017
9 volte Campione italiano junior tra triathlon, duathlon, staffetta triathlon, staffetta duathlon

Campione italiano triathlon crono squadre U23 2018
4° posto campionati italiani triathon sprint U23 2018
8° posto campionati italiani assoluti triathlon sprint 2018
15° posto African cup_Sharm El Sheik (EGY) 2018
Campione italiano triathlon olimpico no draft cat.S1 2019
13° posto European cup_Keckskemet (HUN) 2019
3° posto campionato italiano triathlon olimpico U23, 9° assoluto 2019

“Vorrei esordire dicendo che all’inizio di questo percorso, o meglio, prima di intraprenderlo, ero timidamente scettico riguardo la necessità di avere il supporto di un ‘’professionista della mente’’. Forse questo ha reso ancor più grande la soddisfazione che ha accompagnato e seguito il lavoro con Silvia.
Il tempo necessario a capire che, esattamente come il corpo, la mente ha bisogno di essere allenata è stato breve. Con Silvia abbiamo lavorato sull’approccio emotivo alla gara, ma anche all’allenamento, su situazioni comuni per un atleta, ma anche su problemi emersi ‘’in itinere’’. Il tutto non con discorsi motivazionali eclatanti, ma con metodo e applicazione.
Questo lavoro su me stesso mi ha reso diverso, mi ha portato un po’ più vicino a ciò che vorrei essere come atleta ma non solo. Ha esaltato le mie qualità e mi ha reso consapevole dei metodi per migliorare le mie debolezze. Lo rifarei cento volte”.

Luglio 2019

Antonio Uguaglianza
Pongista

Classe: 1963
Società: ASD Polisportiva 2000

Risultati:
Terzo classificato doppio maschile al terzo torneo nazionale di quinta categoria
14-15 aprile 2018 S. Pancrazio (VR)

Secondo classificato al gran prix regionale di tennis tavolo CSI categoria VETERANI MASCHILE
25 marzo 2018 Caorle

Primo classificato gara a squadre campionato provinciale tennistavolo categoria assoluti CSI 2017/2018

Primo classificato doppio maschile al torneo 5 (quinto) Memorial “T. Lanzoni” categoria master
01 Maggio 2019 Mortise (PD)

“Non ero soddisfatto dei miei risultati agonistici; in particolare notavo che quando giocavo in campionato e nei tornei le prestazioni erano di gran lunga inferiori a quelle che avevo in allenamento. Nel gioco del tennistavolo la componente mentale è fondamentale, per questo motivo ho deciso di rivolgermi, su suggerimento di un amico, a Silvia. Ho quindi intrapreso con la sua direzione un lavoro basato sull’apprendimento del Training Autogeno e su particolari esercizi di visualizzazione. Dopo qualche mese i risultati nel gioco sono puntualmente arrivati e sono stati molto significativi, al di fuori di qualsiasi mia aspettativa. Il lavoro interiore che mi ha fatto fare Silvia mi ha maggiormente “centrato”, le sono enormemente grato per questo, mi sono tolto un grande peso. Considero Silvia una brava professionista anche perchè è entrata facilmente in empatia con me; negli incontri che abbiamo avuto mi sono sempre sentito a mio agio. A prescindere dai risultati che ho ottenuto nel gioco il cammino fatto con lei è un’esperienza che non dimenticherò.”

Giugno 2019

Pierpaolo Masiero

Pierpaolo Masiero
Classe: 1991
Società: Compagnia Arcieri Padovani
Ex atleta della Nazionale Italiana del Tiro con l’Arco.

Risultati:
CAMPIONATO REGIONALE INDOOR Belluno
11/2/2017 6° classificato Allievi Maschile Olimpico 9° assoluto

CAMPIONATO ITALIANO INDOOR Bari
25/2/2017 9° classificato Allievi Maschile Olimpico

EUROPEAN YOUTH CUP 1st Leg Marathon (Grecia)
17/4/2017 4° squadra Allievi Maschile Olimpico

EUROPEAN YOUTH CUP 2nd Leg Porec (Croazia)
10/7/2017 3° squadra Allievi Maschile Olimpico

COPPA ITALIA DELLE REGIONI Desenzano del Garda
21/7/2017 7° classificato Allievi Maschile Olimpico
4° assoluto Allievi Maschile Olimpico
2° squadra classificata regione Veneto

CAMPIONATO ITALIANO TARGA Oderzo
15/9/2017 8° classificato Allievi Maschile Olimpico
2° squadra assoluta Mixed Team Allievi

CAMPIONATO MONDIALE GIOVANILE Rosario (Argentina)
2/10/2017 57° classificato Juniores Maschile Olimpico

EUROPEAN YOUTH CUP 1st Leg Rovereto
15/05/2018 19/05/2018 17° classificato Allievi Maschile Olimpico

EUROPEAN YOUTH CHAMPIONSHIPS Patras (Grecia)
26/06/2018 01/07/2018 17° classificato Allievi Maschile Olimpico

CAMPIONATO REGIONALE TARGA ALIEVI Meolo
21/07/2018 4° classificato Allievi Maschile Olimpico

CAMPIONATO ITALIANO TARGA Biscelle (BT)
30/09/2018 6° classificato Allievi Maschile Olimpico

CAMPIONATO REGIONALE INDOOR Caorle
20/01/2019 1° classificato Juniores Maschile Olimpico

CAMPIONATO ITALIANO INDOOR Rimini
23/02/2019 5° classificato Juniores Maschile Olimpico

COPPA ITALIA DELLE REGIONI Cagliari (Sardegna)
28/06/2019 30/06/2019 2° classificato mixed team Juniores Olimpico

“Sono stato un atleta della Nazionale Italiana di Tiro con l’arco.
Ero giovane, con grosse potenzialità, ma mi trovavo per la prima volta a competere ad altissimi livelli assieme ad atleti più grandi di me. A volte, nelle competizioni decisive, non sono riuscito a mostrare il meglio sotto il profilo tecnico e tattico.

L’emotività nel tiro con l’arco va gestita al millimetro.

Mi sono rivolto Silvia. Come Mental Coach mi ha allenato mentalmente facendomi acquisire metodi pratici per affrontare con più competenza l’approccio mentale al mio sport.

Mi ha aiutato non solo nel suo ambito, ma anche a riconoscere quando era necessaria la consulenza di altri professionisti (nutrizionista, personal trainer) per rendere più completa la mia preparazione. Ovviamente in accordo con il mio allenatore.

Ho apprezzato molto questo approccio perché spesso è andata contro il suo diretto interesse riconoscendo dove arrivavano le sue competenze e dove c’era bisogno di altre figure.

Mi ha fatto capire perché ripete spesso agli atleti “Si vince insieme, si perde insieme”.

Febbraio 2019

Alessia Pettenà
personal trainer, istruttrice, preparatrice atletica

Risultati:
Campionessa regionale di distensione su panca Fipe 2018 cat +75
Vice campionessa italiana di distensione su panca Fipe 2018 cat +75
Campionessa italiana senior di stacco da terra raw fipl 2019 cat cat +84
Campionessa italiana senior classic di powerlifting raw fipl 2019 cat +84

“Sono quel genere di persona che ha sempre amato mettersi in discussione, che di fronte ai problemi si è sempre rimboccata le maniche per risolverli, che affronta ogni sfida con caparbietà e coraggio.
Non sono mai stata un’atleta in vita mia fino ad un anno fa quando ho iniziato la preparazione con il powerlifting: prima gara 30 settembre 2018, ho vinto ma è stato un incubo e sono stata male per più di una settimana, ansia, distrazioni, confusione, senso di disagio perché non ero abituata a stare al centro dell’attenzione, perché non sapevo cos’era una competizione. Tutti mi dissero che era normale perché era la mia prima gara, ma io non volevo ritrovarmi di nuovo in quella situazione di disagio estremo! Ho voluto essere guerriera come sempre e così mi sono rivolta a Silvia! Silvia la mia Mental coach! Lei proprio come un allenatore mi ha insegnato il metodo: il Training Autogeno grazie al quale ho imparato a gestire le competizioni, ad accedere al perfetto connubio mente-corpo di cui ogni disciplina sportiva necessita!
Grazie a Silvia e ai suoi insegnamenti vivo ogni gara con grinta, disciplina, calma ed entusiasmo! Ma se questo non bastasse, questo metodo lo porto anche nella vita di tutti i giorni e mi permette di gestire qualsiasi situazione con calma e serenità! Scegliete di essere dei diamanti, non accontentatevi di essere dei semplici pezzi di carbone! Il lavoro su noi stessi è il più appagante!”

Dicembre 2019

Filippo Rossetto
Classe: 2001
Disciplina: freestyle motocross.

“Dopo un periodo della mia carriera dove tutto andava bene ho avuto un incidente con un conseguente blocco mentale. Lavorando con la dottoressa Silvia Rizzi sono riuscito a superare questa difficoltà. Sono cresciuto di più nella preparazione mentale e nella sicurezza in me stesso.”

Giugno 2019

Damiano Ferraro ciclismo MTB - Trek-selle San Marco

Damiano Ferraro
Classe 1986
Disciplina: ciclismo MTB
Team: Trek-selle San Marco

Risultati:
Vice campione italiano marathon 2013 – 2015
1’ classificato Portugal MTB tour 2015
5’ classificato campionato del mondo marathon 2015
3’ classificato Cape Epic 2016 -2019

“Il percorso fatto con la Dott.ssa Rizzi è stato fondamentale per ritrovarmi come atleta e come persona.
Dopo annate sportive molto proficue, dal 2016 al 2018 sono entrato in un tunnel senza trovare mai una via d’uscita definitiva.

Fortunatamente l’aver conosciuto una professionista così brava e preparata mi ha aiutato a ritornare sulla giusta via.

Un accumularsi di infortuni e altri fattori negativi mi avevano fatto perdere la fiducia in me stesso, avevo perso di vista le reali necessità per essere competitivo, tranquillo e concentrato sui miei obbiettivi.
Troppe energie fisiche e mentali che andavano sprecate. Abbiamo lavorato e siamo tornati a focalizzarci solamente sulle cose importanti per essere competitivo, per recuperare al meglio ed essere sempre pronto a contrastare i momenti negativi. Grazie davvero di cuore. Insieme siamo risaliti in alto.”

Marzo 2019

Roberta Liguori
Master Trainer di P.N.L., Mental Coach e scrittrice Mondadori

“Silvia è spinta al costante e continuo miglioramento: di se stessa prima di tutto, e delle altre persone poi. Nonostante la sua pluriennale esperienza nel mondo della Psicologia, continua a formarsi e a ricercare nuovi strumenti per essere

sempre più efficace con i suoi pazienti.

Si è quindi avvicinata al mondo del Coaching e della PNL, ed è stato un piacere averla come allieva: lo straordinario atteggiamento che ha dimostrato ogni giorno in aula è stato contagioso.

La reale passione per le persone, l’attenta professionalità e la spiccata intelligenza sono le caratteristiche che mi hanno colpito maggiormente di lei, e la consiglio di vero cuore.” 

Aprile 2018

Mattia Costella durante un combattimento

Mattia Costella
Classe 1988
Allenatore di Thai-boxe dilettantistica e professionistica
Ex agonista professionista
Vice-campione italiano 2010

“Pratico sport da combattimento sin da piccolo e, interessato a dare un valore aggiunto al mio insegnamento ed allenamento, ho deciso di seguire un corso di Training Autogeno tenuto da Silvia.

Senza parlare dell’utilità dell’esperienza (preferisco lasciare agli interessati il piacere e la sorpresa), tengo a sottolineare invece quanto, incredibilmente, mi sia servito questo corso nella vita comune, oltre ai benefici apportati nello sport.”

Maggio 2018

Sergio Baldo
Coordinatore e Direttore Tecnico del G.S. Fiamme Oro di Atletica Leggera della Polizia di Stato

“Per gestire atleti che hanno come obiettivo i Giochi Olimpici devi avere nel tuo team dei professionisti in grado di sostenere una sfida così ambiziosa. L’incidenza della mente sulla prestazione è determinante ed ha un impatto decisivo sul risultato.

Questo importante compito dal 2012 ho deciso di affidarlo alla Dott.ssa Silvia RIZZI.

In questi anni l’allenamento mentale è diventato sempre più parte integrante della preparazione fisica dei nostri atleti ed un mezzo importante di allenamento per i nostri tecnici.” 

Dicembre 2018

F. T.
Paziente

“Mi capita spesso di condividere con amici o conoscenti i risultati inaspettati che ho raggiunto grazie all’utilizzo del Training Autogeno e  all’allenamento mentale fatto con la dottoressa Rizzi. Quando mi è stato chiesto di scrivere due parole su questa terapia ho subito accettato di buon grado sperando che anche altre persone possono beneficiarne.

Sono arrivato al Training Autogeno per caso, grazie ad un amico che cercava di migliorare il suo approccio alle gare di Triathlon.

Io ho intrapreso questo percorso, a causa dell’ansia che il più delle volte, sfociava in depressione. Da giovane un paio d’anni chiuso in casa me li sono fatti. Poi, grazie a 7 anni di un altro approccio terapeutico, sono riuscito ad avere momenti di depressione più contenuta. Stavo comunque  per rinunciare ad una professione che mi piace un sacco, a causa dell’ansia.

Ora, dopo aver acquisito il Training Autogeno,  sono riuscito a vivere a pieno le grandissime soddisfazioni che il mio lavoro mi sta dando e anche a gestire meglio le incognite e le responsabilità in gioco. Per me il Training Autogeno è stato una sorta di rivincita, di rinascita,  grazie a pochi, semplici ed anche piacevoli esercizi di respirazione e focalizzazione. In pochi mesi ho potuto prendere la mia vita in mano e plasmarla a mio piacere. Io, che ho provato vari percorsi terapeutici per riuscire a stare bene con me stesso, finalmente ho trovato in questa “tecnica” e nel confronto con la dottoressa Rizzi, la chiave per riuscire a farlo.

L’aspetto positivo rispetto alle altre terapie è che è molto più veloce (no anni di bla bla bla, ma dopo qualche mese i risultati si cominciavano a sentire). È stato anche un percorso mooolto ma mooolto meno caro a livello economico.

A chi mi sta leggendo direi: provaci, non mollare mai, c’è sempre un modo per rialzarsi in piedi ed iniziare a VIVERE come avresti sempre voluto fare.
Grazie ancora Silvia Rizzi e grazie Training Autogeno”.

Gennaio 2019

Eloisa Passaro
Classe 1997
Disciplina: Sciabola
Società: Fiamme Oro Roma
Sede di allenamento: Virtus Scherma Bologna
Risultati agonistici: Oro individuale ai Campionati Italiani 2014 Cadetti. Bronzo individuale in Coppa del Mondo under20 a Budapest  2014. Bronzo a squadre agli Europei 2015 under20. Oro a squadre ai Mondiali di Tashkent 2015 under20. Vice Campionessa Italiana 2015 under20. Terzo posto 2015 del Ranking Mondiale individuale under20. Vincitrice delle prove nazionali 2016 under20. Bronzo ai Campionati Italiani 2016 under23. Oro individuale e a squadre in Coppa del Mondo ad Algeri 2017 under20. Argento sia agli Europei che ai Mondiali a squadre di Plovdiv 2017. Campionessa Italiana a squadre 2017 con le Fiamme Oro Roma. Argento individuale alla gara satellite Categoria Assoluti di Gand 2017. Argento individuale al circuito under23 di Budapest 2018. Argento individuale al circuito under23 di Roma 2018. Bronzo individuale all’Open Assoluto di Caorle 2018. Vice-campionessa Europea individuale e a squadre a Yerevan 2017. Bronzo ai Campionati Italiani under 23 di Belluno 2018.

“Il mio percorso con la Dott.ssa Rizzi continua da diversi anni! Inizialmente ero solo una ragazzina che si rivolgeva ad una Psicologa sportiva per migliorare piccoli aspetti che però, per indole, riuscivo ad ingigantire e a rendere insuperabili. Grazie al suo aiuto ho modificato lati del mio carattere che in pedana mi rendevano passiva nei momenti di difficoltà.

Nel tempo ci sono stati molti cambiamenti nella mia carriera sportiva. Da quattro anni vivo, per allenarmi ad alti livelli, a Bologna. Ho cambiato allenatore, ampliato la mia tecnica e tattica schermistica e ho modificato anche automatismi che mi avevano resa una delle più forti del ranking mondiale under20, ma che andavano migliorati quanto prima per competere con categorie superiori. Tutto questo ha generato in me un periodo di confusione che mi ha resa insicura e mi ha fatto credere di non avere più entusiasmo per uno sport che dall’età di 9 anni era la mia vita.

Nonostante sia ancora molto giovane e sicuramente abbia ancora da imparare, con Silvia posso dire di aver superato questi ostacoli e raggiunto traguardi mentali che sono stati fautori di molti miei successi sportivi.

Mi sento di ringraziarla perché lei è stata la prima persona ad insegnarmi che il percorso da professionista va di pari passo con il “sano egoismo” che un atleta deve avere per inseguire i propri sogni senza temere di ferire qualcuno o di sbagliare:  scelta una strada, va intrapresa fino in fondo e gli errori saranno solo fortificazioni.

Nonostante diverse proposte e tentativi di provare a lavorare con professionisti più vicini suggeritemi dal mio coach, l’intesa e i progressi raggiunti con Silvia, mi hanno spinta a fare qualche sacrificio in più e a proseguire verso ciò che ritenevo più giusto per me. A lei devo molte vittorie raggiunte, oltre che lottando, mettendo in atto tutte quelle tecniche da lei insegnatemi durante i nostri allenamenti mentali.

Con l’augurio che il nostro percorso ci porti sempre più in alto, io continuerò a metterci gambe e cuore, ma per la testa continua a pensarci anche tu, Silvia!”.

Dicembre 2018

C. G.
Paziente

“In un periodo della vita in cui veniva meno ogni punto di riferimento (lavorativo, economico e affettivo), mi sono ritrovata casualmente tra le mani della Dottoressa Silvia Rizzi.

Silvia mi ha sorretta, balsamo per l’anima, mi ha aiutata ad alzare lo sguardo verso l’orizzonte e mi ha guidata verso mete che pensavo non avrei più raggiunto.

Ho guardato dentro me grazie alle sue domande delicate, mi ha aiutata a cercare le risposte e le strade possibili. Ho cambiato lavoro, ho ritrovato una situazione affettiva che sembrava chiusa definitivamente e ho avuto una splendida bambina. In tutto questo Silvia mi è stata vicina e ha fatto il tifo per me fino a quando ho cominciato a “volare” anche senza il suo aiuto.

Dopo un po’ di anni mi sono ripersa a basse quote e sono ricaduta, ma ho trovato pronta la sua mano a risollevarmi e la sua bussola in prestito per individuare la direzione da prendere.

Lei non lo sa, ma in volo la porto da sempre con me.

Conosco la dottoressa Rizzi dal 2009 e per lei provo affetto, stima e riconoscenza.”

Dicembre 2018

C. L.
Paziente

“La dottoressa Rizzi mi ha accolta e guidata con professionalità, serietà e competenza.

Qualche anno dopo, mi ha “lasciata andare” quando mi ha vista in grado di camminare da sola. È stata la mia dottoressa dell’anima. Ha vissuto al mio fianco con partecipazione ed empatia momenti duri e difficili. Il superamento di lutti importanti. Un’ansia che non mi permetteva una vita davvero piena. Mi ha aiutato a capire l’uomo che stava con me e questo mi ha permesso, nel tempo, di creare una famiglia con lui e di arrivare serena, malgrado la mancanza dei miei genitori, al giorno del mio “SI”.

Infine ha partecipato con gioia ed entusiasmo anche alla mia rinascita e alle mie “vittorie”.
Penso che in qualche modo abbiamo vinto insieme!
” 

Gennaio 2019

L.F.
Paziente

“Sono felicissimo di aver incontrato la dottoressa Silvia nel mio cammino. Uno perché mi ha salvato da una situazione difficile da cui credevo non venire più fuori e due perché, con le sue competenze e la sua professionalità, ho imparato un sacco di cose nuove che porterò per sempre nel mio bagaglio di vita.

Ho conosciuto Silvia nell’estate 2018. Avevo un bisogno disperato di una persona a cui rivolgermi perché, pochi mesi prima, ero entrato in un totale caos mentale ed esistenziale. La cosa mi spaventava un sacco. È successo tutto all’improvviso: non avevo più il controllo di niente, avevo paura di tutto quello che mi circondava. L’ansia e la paura in quel momento avevano preso il sopravvento.

Ho avuto parecchi attacchi di panico che mi hanno fatto finire diverse volte in ospedale.

Per due o tre mesi di notte non son riuscito più a dormire perché la mente era sempre attiva: continuava a lavorare ed era piena di preoccupazione e pensieri negativi.
Non provavo più gioia per niente come se qualcuno avesse staccato la spina. Sensazioni bruttissime.

Un giorno, non facendocela più da solo, ho raccontato tutto ad un mio carissimo amico che mi ha presentato Silvia.
Da subito mi son affidato totalmente a lei. Le ho spiegato tutta la situazione. Mi ha fatto sentire a mio agio e, rincuorandomi, mi ha detto : “Vedrai che assieme ce la faremo”. E così è stato.
Abbiamo iniziato un bellissimo percorso col Training Autogeno. Una cosa nuova per me. All’inizio sembrava impossibile perché non riuscivo a concentrarmi, ma dopo un po’ di tempo, allenandomi costantemente, mi ha dato parecchi benefici a livello fisico e mentale.

Silvia mi ha fatto tornare sulla terra. Ho fatto diverse sedute con lei, tutte costruttive. Mi ha dato diversi consigli incoraggiandomi e continuando a sostenermi.
Dopo 6 mesi le sedute sono diminuite. Adesso ci troviamo una volta al mese e non c’è seduta in cui io non esca contento e soddisfatto.
La mia vita ora è migliorata un sacco. Sono ritornato alla mia normalità. A volte riaffiorano ancora le immagini di tutto quello che ho passato, ma Silvia mi ha dato un’armatura con cui proteggermi e gli strumenti per affrontare qualsiasi situazione al meglio, con positività.
Col suo aiuto son riuscito a rinascere dalle mie ceneri.
Grazie di cuore, Silvia!
È stato il miglior investimento che abbia mai fatto fino ad ora e che porterò dentro per sempre.”

Giugno 2019

M.P. 
Genitore

“Essere genitori è l’esperienza più bella e più difficile del mondo.

E quando nostro figlio, adolescente, è diventato una persona che non riuscivamo più a riconoscere e comprendere, abbiamo incontrato sulla nostra strada la dott.ssa Rizzi.

È stata fiducia a prima vista, ci ha ascoltati, ha accolto la nostra impotenza e le nostre paure, e, prendendoci per mano, ci ha guidati in quel mondo “particolare” che è proprio l’adolescenza. Con lei abbiamo imparato di nuovo a comunicare con nostro figlio, a capire i suoi silenzi e le cose non dette, ad interpretare i suoi comportamenti. Abbiamo imparato di nuovo a conoscere nostro figlio, un ragazzo che si stava scontrando con la sfida di diventare grande.

È stato un percorso difficile, con sofferenza e paure, ma ora guardiamo questo uomo meraviglioso che è diventato e non possiamo fare altro che ringraziare la dott.ssa Rizzi per la guida, l’aiuto, il sostegno e il percorso che abbiamo fatto insieme.

Rimarrà una persona importante per la nostra famiglia, alla quale saremo sempre legati da grande stima e affetto!”

Marzo 2019

Laura Spinadin
Allenatrice F.I.N. della Nottoli Nuoto 74 di Vittorio Veneto – Squadra agonistica

“Collaboro dalla stagione 2015/2016 con la dottoressa Silvia Rizzi che segue me e la mia squadra con attività di allenamento mentale e coaching sportivo.

Percorrendo questo viaggio insieme ho conosciuto i miei timori e le mie paure di allenatrice. In alcuni momenti Silvia mi ha “spinta” a saltare nel vuoto, da scogliere vertiginose, incontro ad onde altissime.  Altre volte, invece, mi ha sentita troppo sfrontata e mi ha suggerito di fermarmi a riflettere, facendomi cullare proprio da quelle stesse onde.

Con lei ogni secondo è speso bene e vale come un giorno. Mi ricorda di vivere intensamente ogni singolo momento.

Grazie Silvia!!!”

Marzo 2020

Mauro Toniato
Classe 1996 – Disciplina: nuoto – Specialità: 50 e 100 Delfino – Società: Nuotatori Trentini.
Risultati agonistici: Più di 30 medaglie ai Campionati Italiani Giovanili individuali e di staffetta.
Qualificazione per i Campionati Europei Juniores a Poznan 2013 e qualificazione nei primi 10 tempi stagionali Junior.
Qualificazioni in finali A Assoluti.

“Dopo l’allenamento mentale durato un anno con la dottoressa Rizzi posso concludere di essermi trovato benissimo e aver ottenuto risultati strabilianti.

Sono passato “dall’avere paura” di fare gare a “fare paura” quando vado in gara. Ma non solo: questo lavoro insieme mi ha reso più sicuro nello sport e nella vita.

Da parte mia un grazie speciale per tutto il lavoro svolto con alta professionalità, come quando, per motivi logistici e sportivi, ci trovavamo per la sessione di allenamento mentale alle 7 della mattina. GRAZIEEEE!!!”

Settembre 2015

P.C.
Genitore

“Quando tuo figlio di 17 anni decide di frequentare un anno scolastico all’estero, ti assale la paura!

Che non ce la faccia, che non sia abbastanza maturo, che questa decisione sia frutto di un entusiasmo passeggero. Lo vedi ancora come un bambino, che ha bisogno di sostegno e di guida. Dall’altra parte dell’oceano sarà da solo e hai paura che non ce la possa fare.

E così mi sono rivolta alla dott.ssa Rizzi, per capire se era la scelta giusta, se era pronto e consapevole per affrontare un’esperienza così importante.
Ho visto mio figlio con altri occhi. La dott.ssa Rizzi mi ha accompagnata in un percorso di accettazione: il mio bambino era diventato grande, aveva risorse e motivazioni forti, se la sarebbe cavata.

E oggi abbiamo la conferma che è stata la scelta giusta, che ha superato paure e difficoltà, e io ho imparato ad accettare che mio figlio, il piccolo, è diventato grande.

La dott.ssa Rizzi mi ha aiutato ad avere fiducia in lui e a lasciarlo crescere.
Grazie Silvia!”

Marzo 2019

E. F.
Paziente

“Un giorno, che mi sembra ormai così lontano nel tempo, mi trovai a bussare alla porta della Dottoressa Rizzi in cerca di risposte a più domande che mi assillavano.
Credevo di dover curare la mia anima per il dolore causato dalla perdita prematura del mio tanto amato padre. Ho scoperto, invece, che mi attendeva una strada che mi avrebbe condotto a riscoprire tutta me stessa.
Affrontare le mie sofferenze più profonde guardandole per quello che erano e trasformarle così in un potenziale di positività. Riconoscere le paure più vivide, i miei limiti, le mie debolezze fino ad accettarmi per poter rinascere più forte. Questo è stato reso possibile dall’aiuto di una incredibile donna, eccezionale professionista quale è la Dott. Silvia, che mi ha guidato nell’esplorazione del mio io, facendo si che il mio passato divenisse prezioso terreno fertile dove seminare un futuro migliore e luminoso.
Mi ha aiuto con il Training Autogeno, con l’ascolto e con le sue domande profonde che sempre aiutano alla riflessione. Oggi, ormai, mi ha lasciato andare, perché ha saputo esattamente capire il mio tempo e i miei bisogni. Ora la mia avventura continua con la consapevolezza dell’importante tratto condiviso con Silvia e la certezza di ritrovarla lì ad accogliermi se ribusserò alla sua porta.”

Aprile 2019

A.A.
Paziente

“Ho conosciuto la dott.ssa Silvia Rizzi dodici anni fa (nel 2007).
Ora ho più di 80 anni.
All’epoca la dottoressa era molto giovane, ma già sapeva fare molto bene il mestiere di Psicologa.
In quel periodo era appena morta mia madre.
Vivevamo assieme.
Negli anni aveva subito l’intervento ad entrambi i femori, a seguito di fratture.
Ho dovuto seguirla per tanti anni, rimanendole sempre accanto. Notte e giorno.
Gli ultimi due anni sono stati molto difficili in quanto non dormivo più.
Dopo la morte di mia madre, ho cercato, con tanta buona volontà, di andare avanti, ma non è stato possibile da sola e sono caduta in depressione.
Perciò ho chiesto aiuto, nonostante la mia età e le mie competenze professionali.

La dott.ssa Rizzi mi ha preso per mano e mi ha insegnato a camminare
per trovare la strada giusta e uscire dal tunnel buio.
E’ molto preparata professionalmente e sa entrare nel cuore dei pazienti con molta discrezione.
Con le sue domande è riuscita ad esplorare il mio IO e capire le mie necessità. Per questo sento di esserLe molto grata.
Con Lei ho speso bene il tempo trascorso e sono convinta di continuare a spenderlo bene. Oggi vedo la dottoressa con una minore frequenza rispetto al passato perché sto bene. Ma vivo sola e un incontro ogni tanto mi è utile a mantenere sicurezza e benessere.
Grazie dott.ssa Silvia Rizzi.”

Gennaio 2020

G. B.
Paziente

“Ho conosciuto Silvia dopo aver affrontato un periodo molto duro della mia vita segnato da diagnosi tumore maligno e grosso intervento chirurgico. L’ho cercata quando non riuscivo a trovare le forze necessarie ad affrontare la radioterapia e avevo di fronte un percorso lungo e difficile, di cui non vedevo la fine. Ho trovato una persona eccezionale che mi ha sostenuta emotivamente e indirizzata verso il training autogeno, pratica a me sconosciuta, insegnandomi tecniche di respirazione e rilassamento che in più occasioni si sono dimostrate fondamentali per la riuscita di esami strumentali.
La malattia porta con se, oltre al dolore fisico, un grosso cambiamento nella vita quotidiana e cambiano di conseguenze le dinamiche con le persone che ci circondano. Il decorso terapeutico presenta sempre nuove tappe: esami, controlli, indagini approfondite che spaventano, mettono ansia e spesso sono difficili da affrontare.
Il percorso intrapreso con Silvia è durato un anno ed è difficile da lasciare; grazie a lei sono riuscita a superare un ostacolo imponente, focalizzandomi sulle cose davvero importanti, sulle cose che voglio fare e sulle persone che voglio al mio fianco. Ho imparato a gestire l’ansia e la tensione che provavo nell’affrontare le visite ed in generale verso gli eventi improvvisi che nella vita di ognuno accadono. E’ stato difficile riorganizzare la mia vita, ripartire da dove ero arrivata ma con nuove esigenze di salute e con nuove priorità; ero arrabbiata, tanto arrabbiata per quello che mi era successo ma alla fine, come diceva Silvia, qualcosa di buono c’è stato.”

Ottobre 2019

A.D.
Paziente 56 anni

Sono sempre stato assillato nella mia vita da problemi di ansia eccessiva che ho cercato di tamponare in vario modo, ma senza significativi risultati.
Ho vissuto di recente un aumento significativo di questi stati d’ansia che mi portavano a difficoltà di controllare l’aggressività, tic nervosi quasi irrefrenabili e la perdita del piacere nel fare le cose che amavo di piu… una sofferenza! Sono stato però fortunato perché ho incontrato Silvia che con la sua professionalità ed il suo rigore scientifico e morale ha capito il mio problema e mi ha proposto la soluzione del Training Autogeno. Inizialmente credevo fosse un po’ palliativo, ma con la pratica regolare degli esercizi si è dimostrata una tecnica molto potente ed efficace tanto da restituirmi l’equilibrio e la sicurezza che avevo perso ed anche maggiore di prima. Ho anche migliorato le prestazioni nello sport che pratico… insomma uno strumento validissimo che una volta imparato ce l’hai sempre con te. Grazie Silvia

Settembre 2019

M. D.
Paziente

“Mi sono affidata alla dottoressa Silvia dopo essermi trasferita a Padova per iniziare l’Università, mentre si infrangevano le mie aspettative sul percorso di studi e si facevano strada le mie paralizzanti ansie e paure che mi impedivano di godere appieno del presente e di ciò che avevo gettandomi in una triste apatia. Silvia mi ha presa per mano dolcemente, rispettando i miei tempi e modi di esprimermi, mi ha fornito gli strumenti e le tecniche (come il training autogeno o gli esercizi di mindfulness) per cambiare piano piano il mio modo di pensare, riuscendo così a farmi ritrovare la fiducia nelle relazioni, nel futuro e soprattutto in me stessa. 

Silvia ha avuto la pazienza di ascoltarmi e sostenermi e la rassicurante lungimiranza di condurmi verso una vita più gioiosa e serena, con la sicurezza di una persona che sa cosa fa e dove ti sta portando se sei fiduciosa e disposta a seguirla. Finalmente il giorno in cui ho spiccato il volo da sola è arrivato, ma ciononostante porto sempre Silvia con me negli insegnamenti che riaffiorano nei momenti più cupi e nella gratitudine di aver trovato la sua mano lì pronta ad afferrarmi e riportarmi al qui ed ora.”

Dicembre 2019

Luisa
Mamma di un nuotatore agonista di 13 anni

Sono la mamma di un giovane nuotatore di 13 anni. Mio figlio è cresciuto molto in fretta dal punto di vista fisico. Ha incominciato a vincere molto e a chiedere molto di più a se stesso. I problemi sono insorti lentamente, ma sempre meno controllabili: tachicardia, difficoltà a respirare, crisi di pianto e autopunizioni. Disagi che all’inizio sono stati sottovalutati fino a quando hanno cominciato a compromettere la presenza in acqua di mio figlio. Dopo aver escluso eventuali problemi cardiaci non mi restava che prendere atto che si trattava di crisi di panico. Tra i vari professionisti in questo campo la mia scelta è subito caduta sulla dottoressa Silvia Rizzi e così tutta la mia fiducia. Mio figlio si è subito affezionato a lei e ha incominciato a lavorare con tenacia. Già dopo due mesi si vedevano i risultati e non solo “acquatici”. A distanza di un anno mio figlio a volte ha ancora tachicardia, ma non prende più paura e riesce a gestirla. Silvia per mio figlio è diventata una compagna di viaggio con cui confrontarsi e condividere i successi anche se il loro percorso di allenamento mentale è ormai concluso. Per me Silvia è diventata il mio insostituibile aiuto. Grazie Silvia per la tua grande professionalità e per il tuo esserci.

Dicembre 2019